Tag: democrazia

Il Covid e il potere ambiguo dei numeri

Qualche volta 2+2 fa 6, diceva il grande scrittore mittleuropeo Musil. Una provocazione filosofica per dire che i numeri non sono totalmente oggettivi, ma si prestano a una variabilità interpretativa a secondo del contesto. Questa variabile diventa spesso, nel Discorso pubblico della politica, malizia, ambiguità, omissione, manipolazione mediatica delle masse. Già nella fase tragica del Covid, il bollettinismo quotidiano del Terrore virologico al Potere avrebbe…

Politica o Frankenstein? I prodotti delle elezioni

  Tra i mostri che avrebbe potuto immaginare la mente di Fellini, non poteva esserci certo il Frankenstein prodotto dalle ultime elezioni in Emilia Romagna. La grammatica giornalistica si è spostata sul mostro cinese, il coronavirus, ma conviene non perdere di vista quest’altra creatura prodotta in laboratorio, quello della politica italiana sempre più liquida e alla ricerca di una nuova cristallizzazione per le prossime elezioni….

La Piazza e il Palazzo allo specchio

  La piazza e il palazzo. Due luoghi fisici e insieme le due liturgie contrapposte della macchina democratica.   Però, come avviene ormai da tempo attraverso contorsioni sempre più inspiegabili ai cittadini, lo specchio è rovesciato e i simboli sono stati riempiti di semantiche non tradizionali. Riprendo il filo di un ragionamento fatto su Il Giornale a fine estate, voto ergo non sum, lo smarrimento…

Se il voto non conta la democrazia non c’è

Voto ergo NON sum. Con questa cartesiana certezza rovesciata, fatalmente e anche storicamente stiamo entrando nell’era della non-democrazia, o democrazia formale. Le elezioni in Italia sembrano ormai una concessione, un’eccezione, una contorsione delle regole dei padri costituenti. Forse una populistica liturgia da guardare con sospetto. Già la democrazia rappresentativa non se la passa così bene e ha ingrassato in maniera spropositata movimenti anti-casta che poi…