Autore: Claudio Brachino

Se il voto non conta la democrazia non c’è

Voto ergo NON sum. Con questa cartesiana certezza rovesciata, fatalmente e anche storicamente stiamo entrando nell’era della non-democrazia, o democrazia formale. Le elezioni in Italia sembrano ormai una concessione, un’eccezione, una contorsione delle regole dei padri costituenti. Forse una populistica liturgia da guardare con sospetto. Già la democrazia rappresentativa non se la passa così bene e ha ingrassato in maniera spropositata movimenti anti-casta che poi…

Genova, la dignità delle vittime

Qual è il significante di un’immagine? Ora che l’ultimo disperso della tragedia di Genova è stato ritrovato e che il bilancio delle vittime è salito a 42, c’è poco spazio, direte voi, per le domande dotte. Ma siccome la nostra è una civiltà dominata dalle immagini qualche esercizio interpretativo sui funerali di Stato va fatta. Un’immagine ha un contenuto esplicito, un significato concettuale e un…

Calcio: I mondiali e l’apocalisse italiana

E alla fine l’apocalisse arrivò. Come nelle peggiori superstizioni, l’apocalisse temuta ma evocata alla fine ha scelto la Scala del calcio per annientare in una notte per niente magica il nostro Calcio, sul piano dell’immagine e su quello dei conti. Niente introiti e  niente pizze con gli amici, il che al di là della frustrazione relazionale, può giovare alla linea, visto che ai Mondiali tiferemmo…

Giustizia senza pietas per Dell’Utri

La metafora non è nuova, ma il fatto che l’abbiano usata in molti, anche titolati, vuol dire che ha una sua efficacia prospettica. Vorrei tornare sulla vicenda Dell’Utri con lo sguardo di un Marziano sceso sulla Terra dopo aver stabilito il Contatto con i nostri codici, linguistici e politici. Lette le notizie il nostro alieno scrive ai suoi : Che pianeta è questo che nega…

Campagna elettorale: una questione di stelle

La prossima campagna elettorale sarà tutta una questione di stelle. Non è un abbaglio dovuto alle luminarie di Natale o un pensiero che affonda nel nostro immaginario primitivo, quello che regola sogni e desideri. Per essere chiari, la prossima campagna elettorale sarà tutta una questione tra Grillo, che di stelle ne ha dovuto scomodare cinque, e Berlusconi , che è lui stesso una stella,nel senso…

Claudio Brachino

Brachino, il giornalista filosofo

Nato a Viterbo, il 4 ottobre 1959, Claudio Brachino si laurea a Roma in Lettere e Filosofia e durante gli anni dell’Università conosce il grande Eduardo De Filippo. Con il quale collabora nella stesura di “Mettiti al passo!”, commedia portata in teatro e scritta per Einaudi nel 1982, sotto lo pseudonimo di Claudio Brachini. Non solo, ma, il noto conduttore televisivo e promettente saggista, Claudio…

0 Comment

Claudio Brachino intervistato da Silvana Giacobini

Tra i tanti programmi ideati Top Secret, i gialli più inquietanti del nostro tempo. Tra questi quello legato al ferimento di Papa Giovanni Paolo II e al segreto di Fatima.

Festival del Cinema – A Claudio Brachino Premio Kineo giornalismo

Festival del Cinema, 14esima edizione del Premio Kineo – Diamanti al Cinema, svoltosi il 4 Settembre 2016 al Lido di Venezia, in occasione della 73° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Claudio Brachino che riceve il premio con la seguente motivazione: “Laureato in lettere e filosofica alla Sapienza, si appassiona al teatro e pubblica diversi lavori tra i quali (col grande con Eduardo De Filippo) la commedia “Metti…

C’è Eduardo nel Top Secret di Brachino

La vita privata di Claudio Brachino è piena di sorprese. Di Top Secret, per rimanere in tema con il programma che conduce su Canale 5. Ci racconti un episodio off dell’inizio della tua carriera? “Erano i tempi dell’Università alla Sapienza di Roma, esattamente il 1981 e il prof. Marotti della cattedra di Drammaturgia invitò Eduardo. Doveva essere lui a giudicare il nostro atto unico. Ma…